PUTIN DENUNCIA APERTAMENTE I PAESI FINANZIATORI DELL’ISIS

 

«l’Isis è finanziato da individui di 40 Paesi, inclusi alcuni membri del G20»

 

Queste le parole del presidente russo Vladimir Putin al termine del summit G20 di Antalya.

Ma chi e’ che finanzia i gruppi jiadisti?

Secondo Putin i terroristi beneficerebbero di donazioni private che arriverebbero da Arabia Saudita, Qatar ed Emirati.

E che dire della Turchia, che a parole prende le distanze dall’Isis, ma, secondo diverse fonti e testimonianze, aiuterebbe e coprirebbe gli jiadisti. Sembrerebbe inoltre che la Turchia rappresenti la porta d’ingresso per chi voglia unirsi ai fondamentalisti.

Perche’ nessuno ne parla?

Ricordiamo che la Turchia e gli Stati Uniti sostengono militarmente l’opposizione siriana per far cadere il Governo di Assad fornendo loro armi e protezione aerea. Ma siamo sicuri che l’aiuto vada all’opposizione siriana moderata ammesso che questa lo sia? Perche’ tanto accanimento contro Assad quando il vero nemico da abbattere e’ l’Isis? Non sarebbe opportuno aiutare Assad nella guerra contro il Califfo?

Ricordiamo che negli ultimi anni sono morti in Siria 250.000 persone a causa, dapprima, della guerra “civile” tra i sopracitati gruppi moderati appoggiati dagli USA ed il governo legittimo di Assad e poi dell’avanzata dei jiadisti che hanno conquistato gran parte del territorio siriano oltre che l’Iraq ammazzando decine di migliaia di civili e riducendo in schiavitù tantissime donne e bambine, spesso vendute come schiave.

Domande ovvie che, però, i governi dei Paesi occidentali, stranamente, non si pongono come del resto la stampa internazionale.

BY iodubito

I commenti sono chiusi.