In Cina apre la più grande fabbrica di animali clonati al mondo.

Sarà la più grande fabbrica produttrice di animali da allevamento clonati al mondo.

Aprira’ in Cina, a Tianjin, vicino Pechino, nel 2016.

Cani, cavalli, vitelli e mucche saranno creati in laboratorio. L’obiettivo principale della fabbrica sarà clonare bestiame per sostenere la domanda intera di carne bovina partendo con una produzione di 100 mila capi all’ anno per arrivare progressivamente a 1 milione e coprire il 5% del fabbisogno complessivo cinese garantendo una carne di qualità e abbassando il costo del manzo.
In Cina sarebbero già stati clonati 550 cani da fiuto che lavorano con la polizia negli aeroporti e alle dogane.

Questa notizia sta facendo il giro del mondo. I prodotti cinesi vengono venduti in tutto il mondo, a costi molto bassi, tanto da distruggere la concorrenza. I produttori delle varie nazioni sono così costretti ad abbassare gli standard di qualità pur di poter rimanere nel mercato. in Italia l’importazione di merce cinese ha distrutto interi comparti della nostra produzione, togliendo lavoro a decine di migliaia di persone, citiamo il tessile, l’arredamento, l’alimentare, il calzaturiero. La carne italiana, come tanti altri alimenti, a differenza di quella di altri Paesi, e’ soggetta a rigidi controlli. Il nostro dubbio e’: siamo sicuri che la carne cinese non invaderà il mercato italiano distruggendo anche il settore dell’allevamento e ancora, e’ un alimento sicuro? Chi lo garantisce?

redazione iodubito

 

 

 

I commenti sono chiusi.