Bambine africane vittime di infibulazione e stiratura del seno

Mesi fa la notizia che La Nigeria introduceva il divieto della pratica delle mutilazioni genitali sulle donne (MGF), rimozione totale o parziale dei genitali femminili esterni

 

Ricordiamo che il 25% delle donne (15-49 anni) sono vittime di mutilazioni genitali, secondo un rapporto pubblicato delle Nazioni Unite nel 2014.

Ma questa condizione non riguarda solo la Nigeria, secondo alcune ricerche oltre il 90 % delle donne vengono sottoposte a mutilazioni genitali femminili in l’Egitto, Somalia e Guinea.

Purtroppo oltre questa tortura, migliaia di bambine in Africa sono sottoposte anche al breast-ironing:la pratica della stiratura del seno. Praticata soprattutto in Camerun, la stiratura del seno e’ una pratica che mira all’ appiattimento del seno di una giovane ragazza mediante pietre bollenti.

A differenza di quanto si possa immaginare la stiratura del seno è praticata principalmente nel sud cristiano e animista del Camerun e meno frequentemente nel nord musulmano.

La procedura è considerata un modo per ritardare lo sviluppo fisico di una ragazza, limitando così il rischio di violenza sessuale e di gravidanze indesiderate in età adolescenziale.

Le ragazze giovani fino a nove anni sono sottoposte alla pratica, provocando ustioni, malformazioni e problemi psicologici.

Vogliamo ricordare anche questi atti barbarici.

Queste ragazze e le donne meritano di vivere una vita normale.

 

 

Precedente 11 usi incredibili dei resti del caffè! Successivo Stoccolma ritira la candidatura ai giochi olimpici 2022: meglio investire in case popolari ed aiutare i cittadini!

One thought on “Bambine africane vittime di infibulazione e stiratura del seno

I commenti sono chiusi.